giovedì 8 agosto 2013

FOCUS: SOMMINISTRAZIONE

Questa tipologia di contratto rappresenta per il lavoratore una reale e concreta possibilità di trovare lavoro e di entrare in contatto con le aziende acquisendo nuove e diverse esperienze, ampliando il proprio bagaglio di formazione professionale. Nello stesso tempo è un valido sostegno per le aziende che hanno bisogno di flessibilità, qualità ed efficienza nella gestione delle risorse umane.
Le aziende possono ricorrere a Temporary: nei momenti di necessità di personale supplementare nei casi di assenza o sostituzione di dipendenti (per malattia, infortuni o gravidanza) o in mancanza di determinate figure professionali o nei momenti di picchi di lavoro o per non investire risorse interne per la selezione e l'amministrazione del personale.


FLEXICURITY

Con il termine flexicurity in Europa si definisce il modello del mercato del lavoro nel quale ad una notevole flessibilità si accompagna un’altrettanto estesa sicurezza per i lavoratori.
Temporary si è impegnata a sviluppare in maniera più sistematica strategie più complessive che migliorino l’adattabilità dei lavoratori e delle imprese ad un mercato sempre più flessibile.


La Temporary propone un nuovo strumento semplice ed efficace per gestire le Risorse Umane, nel pieno rispetto della legalità: la STABILIZZAZIONE A TEMPO INDETERMINATO del lavoratore con SOMMINISTRAZIONE PRESSO IL CLIENTE A TEMPO DETERMINATO. 

Temporary assume quindi un nuovo ruolo garantendo la flessibilità alle aziende, ma la continuità lavorativa ai dipendenti in missione, viene creata una struttura dedicata che ha la mission di disegnare percorsi dedicati alle risorse stabilizzate e soluzioni organizzative e di delivery complesse.

Questa nuova soluzione è appetibile soprattutto per quelle aziende che hanno l’esigenza di avere risorse stabilizzate a tempo indeterminato senza operare un’assunzione diretta a tempo indeterminato.
Grazie a ciò, il mercato può accedere a risorse di livello medio-elevato o difficilmente reperibili, che altrimenti sarebbero poco attratte da un’offerta contrattuale a tempo determinato.
Grazie a ciò, il mercato può accedere a risorse di livello medio-elevato o difficilmente reperibili, che altrimenti sarebbero poco attratte da un’offerta contrattuale a tempo determinato.

SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO CON STABILIZZAZIONE DEL LAVORATORE A TEMPO INDETERMINATO 

In questo contesto Temporary ha giocato un ruolo pionieristico all’interno del mercato del lavoro. Prima attraverso una capillare e diffusa informazione tecnico legale, poi attraverso un’attenta analisi consulenziale dei fabbisogni manifestati dalle Imprese per trarre un vantaggio economico ed organizzativo. 

L’istituto presenta notevoli vantaggi per le aziende utilizzatrici rendendo lo strumento esclusivo in alcune sue caratteristiche:

• L’utilizzatore ha il potere direttivo e di controllo senza avere la titolarità del rapporto di lavoro che in questo caso particolare è a tempo indeterminato tra la Temporary e le risorse contrattualizzate;

• La durata del contratto a tempo indeterminato verso le risorse consente di incrementare l’attraction e la loro fidelizzazione, superando i limiti di tutti gli altri contratti flessibili;

• Gestione completa di tutti gli aspetti amministrativi e disciplinari legati alla gestione del dipendente;

• Ampie garanzie per l’Utilizzatore di non incorrere nei reati di interposizione di lavoro e appalti irregolari, illeciti o fraudolenti;

• I lavoratori in somministrazione non sono computati nell’organico dell’Utilizzatore fatta eccezione per l’igiene e la sicurezza sul lavoro;

• I lavoratori in somministrazione, operanti sotto le direttive e nell’interesse dell’utilizzatore, sono computati nell’organico dello stesso, per tutta la durata della missione, ai fini della valutazione della consistenza organizzativa dell’imprenditore quale requisito di carattere tecnico nell’ambito, per esempio, di una procedura selettiva per appalti pubblici;
• Nel caso di chiusura del contratto, Temporary offre stabilità al lavoratore, attraverso una ricerca attiva di un nuovo posto di lavoro e nuovi corsi di formazione; inoltre viene corrisposta al lavoratore un’indennità di disponibilità;

• Trasformazione dei preesistenti contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato mantenendo il know-how acquisito dalle proprie risorse ed evitando al cliente il rischio di doverli stabilizzare direttamente;

• Possibilità di accedere a professionalità con competenze specifiche anche grazie a percorsi formativi preparati ad hoc con Temporary

Ma come funziona veramente? È’ molto semplice:

1. Temporary assume a tempo indeterminato la risorsa 

2. Temporary stipula con il cliente un contratto di somministrazione a tempo determinato della durata di 3 anni 

3. Temporary manda in missione presso il cliente la risorsa tramite una “lettera di assegnazione” che conterrà: 

a) i motivi per i quali si ricorre alla somministrazione di lavoro; 

b) l’indicazione dell’impresa utilizzatrice e il referente in azienda; 

c) l’indicazione della mansione che espleterà presso l’utilizzatore e il relativo inquadramento; 

d) il luogo dove dovrà svolgersi la prestazione; 

e) l’orario di lavoro; 

f) il riferimento al Ccnl applicato e al contratto integrativo di secondo livello, ove esistente; 

g) l’indicazione del trattamento economico collettivo spettante e, in dettaglio, le singole voci che lo compongono; 

h) la data di inizio e il termine dello svolgimento dell’attività lavorativa presso l’impresa cliente

4. Al termine dei primi 3 anni il contratto potrà essere rinnovato per altri 3 anni o per periodi inferiori.

Durante i successivi rinnovi potrà essere interrotto in qualsiasi momento con un preavviso di 6 mesi. 




Nessun commento:

Posta un commento